LA MUSIQUE AU FEMININ POUR LES DROITS DE L’HOMME

INVITATION A PRESENTER UNE COMPOSITION MUSICALE

Les compositions musicales des femmes sont une partie essentielle du patrimoine culturel mondial – Valoriser l’apport des femmes compositeurs signifie reconnaître leur capacité de créer des oeuvres qui célèbrent le monde, les différentes cultures et les différents domaines musicaux. La musique ignore les frontières.Les femmes occupent une place fondamentale dans la création et dans la transmission de notre patrimoine culturel matériel et immatériel. La pratique de la musique par les femmes n’est pas l’apanage d’un peuple ou d’une culture: elle s’étend à toute l’humanité.

La Fondation Adkins Chiti “Les Femmes dans la Musique”, invitée par le Haut Commissariat pour les Droits de l’Homme des Nations Unies comme partenaire officiel dans la célébration du 70eme Anniversaire de la Signature de la Déclaration Universelle des Droits de l’Homme, invite les femmes compositeurs de tous âges et de tous pays à présenter une composition musicale inspirée par la bataille actuelle en faveur des Droits de l’Homme et de la Paix.

Dix de ces oeuvres, choisies par un Jury international désigné par la Fondation, seront exécutées et enregistrées lors d’un Concert de Gala au Théâtre Argentina de Rome, le 5 novembre prochain.

RÈGLEMENT:

1. Cette invitation s’adresse (a) aux jeunes filles de 8 à 18 ans (b) aux femmes de 19 ans et plus.

2. Les compositrices peuvent présenter leurs oeuvres dans la langue et le genre musical de leur choix (musique contemporaine, classique, traditionnelle, populaire, jazz, etc). Si des textes sont ajoutés, il devront être accompagnés d’une traduction en langue anglaise.

3. La musique sera écrite selon la notation traditionnelle. Si une compositrice n’est pas en mesure d’écrire sa musique, elle peut se faire assister par une personne dont elle devra indiquer le nom.

4. Les musiques présentées, inédites ou déjà exécutées, seront en fichiers PDF. Ne pas envoyer d’enregistrements.

5. Chaque compositrice présentera UNE seule musique.

6. Durée de l’oeuvre: maximum 6 minutes. 

7. Catégories admises: Instrument soloVoix soliste avec un à quatre instruments Choeur s.a.t.b avec ou sans piano Ensemble de 8 à 12 instruments. 

8. Joindre, en WORD (Times New Roman 12), un curriculum d’environ 10 lignes indiquant la nationalité, la date et le lieu de naissance, l’adresse et un contact (e-mail)

9. Les jeunes filles agées de moins de 18 ans devront compléter leur demande par une lettre d’un parent, d’un membre de la direction scolaire ou d’un enseignant, autorisant leur participation et confirmant que la musique présentée est une composition originale de la candidate10. Délai de présentation: 30 juin 2018 


10. Délai de présentation: 30 juin 2018

11. Adresser les oeuvres à: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. en précisant:– GWIM4Human Rights

12.   Il n’est pas prévu de droits d’inscription.  

 

IMPORTANT:

QU’ENTENDONS-NOUS PAR DROITS DE L’HOMME?

La Déclaration Universelle des Droits de l’Homme marque une étape importante dans l’histoire des droits de l’homme.Rédigée par des représentants du monde du droit et de la culture de tous les pays, elle a défini, pour la première fois, les droits fondamentaux de l’homme qui méritent une protection universelle. La Déclaration a été adoptée par l’Assemblée Générale des Nations Unies à Paris le 10 décembre 1948.  

Les Droits de l’Homme sont les droits inhérent à la personne humaine, quels que soient sa nationalité, son lieu de résidence, son sexe, son origine nationale ou ethnique, sa couleur, sa religion, sa langue, ou toute autre condition. Les droits de l’homme appartiennent à tous, sans discrimination.Ces droits sont indissociables, interdépendants et indivisibles.

Méditons ces principes:

Article 1 - Tous les êtres humains naissent libres et égaux en dignité et en droits

Article 3 - Tout individu a droit à la vie, à la liberté et à la sûreté de sa personne

Article 18 - Toute personne a droit à la liberté de pensée, de conscience et de religion

Article 26 - Toute personne a droit à l’éducation

Article 27 - Chacun a le droit de prendre part librement à la vie culturelle de la communauté, de jouir des arts, et a droit à la protection des intérêts moraux et matériels découlant de toute production artistique dont il est l’auteur.

 

 

women in music

Donne in Musica per i Diritti Umani 

        

Il ruolo fondamentale delle donne nella creazione e trasmissione di beni culturali tangibili e intangibili e la creazione e la pratica della musica appartengono non solo ad un popolo o ad una cultura, ma a tutta l'umanità.    

 

Per celebrare il 70° anniversario della firma della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (10 dicembre 1948), la Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica è stata invitata dall'Alta Commissione per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, ad organizzare una "Chiamata globale per la Musica Nuova” per compositrici e creatrici di musica di ogni età e nazionalità, che lavorano con ogni genere di musica.

Le partecipanti (ragazze fino a 18 anni e donne da 19 anni in poi) sono invitate a comporre un lavoro vocale, corale o strumentale, ispirato dalla lotta per i Diritti Umani. 

10 opere musicali scelte da una Commissione di Lettura Internazionale saranno presentate in un Grand GALA a Roma nello storico Teatro Argentina, il 5 novembre 2018 (http://www.standup4humanrights.org/en/partners.html). 

La disuguaglianza di genere nel mondo della musica è una sfida globale.  Sostenere le donne a comporre e creare musica influenzerà l’opinione pubblica e ne stimolerà una piena partecipazione alla vita culturale. 

“L’arte e i diritti umani sono linguaggi universali e l’Ufficio Diritti Umani delle Nazioni Unite è lieto di  poter contare sul supporto della Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica per la campagna del 70imo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. È un’occasione in cui riaffermare il fatto che i diritti delle donne e delle ragazze sono una parte inalienabile, fondamentale e indivisibile dei diritti umani universali. Intendiamo dunque coinvolgere tutti i musicisti, insegnanti e ricercatori nella promozione dell’emancipazione artistica delle donne.” sono parole di Laurent Sauveur, Capo delle Relazioni Esterne dell’Ufficio Diritti Umani dell’ONU. 

Donne in Musica (Women in Music), nata nel 1978 come movimento, diventa una Fondazione internazionale non-profit nel 1996. La Fondazione intende promuovere ed integrare la musica di donne compositrici, cantautrici e creatrici di musica di tutte le età e nazionalità che lavorano in tutti i generi e nel frattempo coordina una rete di oltre 27.000 compositori, organizzazioni affiliate, performers, pedagoghi e musicologi in 113 paesi del mondo. 

La Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica incoraggia all’eccellenza nella musica contemporanea e al dialogo tra culture in tutto il mondo. 

Il suo ruolo pionieristico nell’affermazione del concetto dell’unicità delle donne in quanto creatrici di musica è stato riconosciuto dal Governo Italiano, dall’UNESCO, dall’EUC, dall’EUP, dall’Arab Academy e dal Consiglio Internazionale della Musica dell’ UNESCO.  Le sue mansioni quotidiane comprendono:

− La promozione della conoscenza e dell rispetto per la diversità culturale, la creatività e i diritti delle donne. 

− La difesa e raccomandazione a proteggere e assistere i compositori. 

− Il potenziamento delle capacità. 

− La ricerca e pubblicazione di libri e materiali di studi.

−Music for the Mind – musica di supporto per Conservatori che ne hanno bisogno.

 

 

 

    REGOLAMENTO

Chiamata per Partiture:

1. Questa chiamata è per:

    a) ragazze da 8 a 18 anni 

    b) donne da 19 anni di età. 

2. Le compositrici possono presentare opere di qualsiasi stile o genere musicale (contemporaneo, classico, tradizionale, popolare, jazz, ecc.). 

3. I testi (ove applicabile) in qualsiasi lingua, devono essere accompagnati da una traduzione in lingua inglese. 

4. La musica deve essere scritta in notazione tradizionale. 

5. Le opere inviate possono essere nuove o già eseguite ed in file PDF

6. Non inviare registrazioni o file MP3. 

7. Ogni compositrice può inviare solo un lavoro. 

8. Durata massima del lavoro: 6 minuti 

9. Categorie per la presentazione: 

   • Un strumento solo

   • Solo voce con uno a quattro strumenti 

   • Coro s.a.t.b con o senza pianoforte 

   • Complesso di 8 a 12 strumenti 

10.  Prego includere, in file WORD (Times New Roman 12), un curriculum di 10 righe comprendente nazionalità, data e luogo di nascita, residenza e contatto (email)

11.  Ragazze fino a 18 anni devono accompagnare la domanda con una lettera firmata dalla loro famiglia, dalla scuola o da un’insegnante che autorizzi la loro partecipazione, e confermare che l'opera inviata è originale e della compositrice. 

12. Termine per presentazione: 30 giugno 2018 

13. Non è prevista alcuna tassa sottoscrizione

14. Si prega di inviare la partitura a: controcanto@donneinmusica.org con il contrassegno - GWIM4Human Rights

 

INFORMAZIONI IMPORTANTI

QUALI SONO I DIRITTI UMANI  

La Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (UDHR) è un documento fondamentale nella storia dei diritti umani. Realizzata da rappresentanti legali e culturali provenienti da ogni parte del mondo, ha stabilito, per la prima volta, i diritti umani fondamentali per essere protetti universalmente. La Dichiarazione fu adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a Parigi il 10 dicembre 1948. 

I diritti umani sono inerenti a tutti gli esseri umani, qualunque sia la nostra nazionalità, il luogo di residenza, il sesso, l'origine nazionale o etnica, il colore, la religione, la lingua o qualsiasi altro status. 

Tutti hanno diritto ai propri diritti umani senza discriminazioni. Questi diritti sono correlati, interdipendenti e indivisibili. 

Si propone di meditare su:

• Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti. 

• Tutti hanno diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza. 

• Tutti hanno diritto alla libertà di pensiero, coscienza e religione. 

• Tutti hanno diritto all'istruzione.

 Ognuno ha il diritto di partecipare liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e della protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione letteraria o artistica di cui sia autore. 

 

http://www.standup4humanrights.org/en/partners.html

 

 #GWIM4HumanRights    


 

 

 


 

CHI SIAMO: LA FONDAZIONE ADKINS CHITI

“Se uno dei grandi traguardi del XX secolo è stato l'ingresso delle donne nei settori dell'economia, del commercio e delle attività intellettuali, una delle maggiori sfide del XXI secolo è garantire alle compositrici, autrici e creatrici di musica pari opportunità di accesso, avanzamento di carriera e riconoscimento del proprio lavoro nel settore della musica. Solo in questo modo sarà possibile superare una visione mono-culturale, maschile ed obsoleta, del patrimonio culturale ed artistico internazionale, a vantaggio dell'umanità intera”.

La Fondazione: dal 1978 ad oggi

La “Fondazione Adkins Chiti: Donne in Musica” è un’organizzazione internazionale non governativa, con sede a Fiuggi Città (FR), nata nel 1978 dalla volontà della musicista e musicologa Patricia Adkins Chiti. Da 35 anni la Fondazione promuove e sostiene il ruolo delle donne come creatrici e compositrici di musica attraverso una rete che riunisce oltre 27.000 donne - compositrici, creatrici di musica, pedagoghe, musicologhe e musiciste - in 108 paesi e 84 associazioni partner legalmente costituite in 59 paesi diversi. In Italia le associazioni che collaborano con la Fondazione hanno sede a: Bari, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Salerno, Pescara, Ancona, Venezia, Milano, Torino e Roma.

Il mandato della Fondazione è stato sancito nel 1996 nella Dichiarazione di Fiuggi, documento tradotto in 32 lingue e firmato dai membri della rete per riconoscere il contributo delle donne alla cultura ed allo sviluppo, assicurare la loro partecipazione nella formulazione ed implementazione di politiche culturali ad ogni livello, garantire l’accesso a posti decisionali nel mondo della cultura e dello spettacolo e per preservare, promuovere, sostenere e salvaguardare i diritti artistici delle musiciste in ogni comunità.

Leggi tutto...