Emanuela Turrini

Si è diplomata nel '93 in flauto traverso sotto la guida di Giorgio Zagnoni presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna ed in seguito si è perfezionata a Firenze con Michele Marasco ed a Milano con Bruno Cavallo primo flauto della Scala di Milano. Ha svolto attività concertistica specializzandosi soprattutto nella musica barocca ed in formazioni cameristiche. Si è interessata alla didattica partecipando al corso Kodaly a Esztergom in Ungheria e nel frattempo ha intrapreso lo studio della Composizione presso il Conservatorio di Bologna nella classe di Chiara Benati per lo studio dell'Armonia principale e del Contrappunto e successivamente nella classe di Cristina Landuzzi per Contrappunto e Fuga e Composizione Contemporanea con la quale si è diplomata. E' risultata vincitrice di tre borse di studio presso il medesimo Conservatorio, è stata segnalata al Concorso internazionale Valentino Bucchi per una sua Composizione per pianoforte e orchestra, inoltre si è aggiudicata la borsa di studio Cervi al Concorso internazionale 2 Agosto distinguendosi per il linguaggio e la ricerca. Ha collaborato con il Conservatorio di Bologna in qualità di maestro collaboratore di palcoscenico per la realizzazione dell'opera “ Malombra “ di Marco Enrico Bossi mai stata rappresentata precedentemente e per l'allestimento dell'opera “Paolo e Francesca” di Mancinelli entrambe rappresentate al Teatro Comunale di Bologna. Inoltre ha terminato il corso di Musica Elettronica al Conservatorio di Bologna, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Lelio Camilleri.