Giovanna Natalini

(Anzio 9 ottobre 1964), pianista, compositrice, consulente artistica. Si è diplomata in composizione e in musica elettronica presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida di Gian Paolo Chiti e Riccardo Bianchini. Ha seguito corsi di perfezionamento con Salvatore Sciarrino a Città di Castello, in computer music presso il CNMAT di Berkeley all’Università della California e quello per specialisti in informatica musicale presso il centro Tempo Reale di Firenze. Nel 1992 ha fondato con altri artisti il gruppo “Scale Dorsali” che nel 1993 ha vinto il primo premio al concorso per giovani artisti indetto dall’Intro Foundation di Maastricht all’interno del “Multiple Sound Festival”. Con lo stesso gruppo ha realizzato progetti in diverse città italiane. Nel 1996 ha vinto il premio “40 anni nel Duemila”, indetto dal CEMAT, con una commissione presso AGON a Milano, “La linea d’ombra”. Dal 1998 al 2002 si è occupata dell’attività de “Il punto di svolta”, un luogo d’incontro tra artisti e fruitori d’arte, realizzando installazioni, mostre, incontri e seminari in qualità sia di autore che di organizzatore. Nel 2002 un suo lavoro “San Pietro” per nastro è entrato nella rosa dei finalisti dell’INMA, concorso di composizione a New York. Nel 2007 ha partecipato all’undicesimo “Rostrum Internazionale di Musica Electroacustica” con il lavoro per flauto e live electronics “Arcobaleno”. Sue composizioni acustiche ed elettroniche sono eseguite in importanti festival e stagioni musicali (“Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma”, il Festival di “Musica Verticale”, le rassegne della “Fondazione Donne in Musica”, “Festa Europea della Musica”, “Tempo Reale” di Firenze, “Festival Zoon” di Vienna, “Arte Sella” di Borgo Valsugana, “Nuova Consonanza”) e trasmesse dalla radio.