Vivien Memo

(Galles, 1944) residente a Milano dagli anni ottanta. Cantante, compositrice, pittrice, poetessa. Nata in una famiglia russa - boema immigrata in Galles, ha iniziato la sua attività musicale da bambina suonando per la BBC. In seguito ha studiato pianoforte alla Royal Academy di Londra dove è diventata assistente professore a soli diciotto anni. Successivamente si è trasferita in Italia dove ha studiato canto e dove si è laureata all’Università di Milano con una tesi su Re Enrico VIII e la musica alla sua corte. Negli anni ottanta ha lavorato con il compositore Giacinto Scelsi, che l’ha incoraggiata a dedicarsi alla composizione. I suoi primi lavori risalgono agli anni novanta in seguito a commissioni dall’artista multimediale Silvio Wolf. La sua musica, in parte edita, ed in parte in CD, è soprattutto per voce e strumenti: Elegia del Silenzio per soprano e quartetto d’archi (2001); Brahà sonata per violino e pianoforte (2006); Trolls per solo pianoforte ( 2006); Tre Arie antiche su testi di Giovanni Boccaccio per voce e pianoforte (2008).