Giovanna Marinuzzi

(Roma 13 Maggio 1949), cantante, chitarrista, autrice di testi e di liriche, compositrice. Nata in una famiglia di musicisti (nipote del direttore d’orchestra Gino Marinuzzi) ha studiato il pianoforte con la madre, Liana Santarone, e teoria con il padre Gino Marinuzzi jr, e con la nonna paterna, e la chitarra con Sergio Notaro. Oltre all’impegno musicale si laurea in architettura. Negli anni sessanta si è avvicinata alla musica brasiliana diventando la prima interprete in Italia. Si è esibita nel locale romano "Folkstudio" insieme ad artisti come Bob Dylan, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Rino Gaetano. Con alcuni di loro ha formato il gruppo "Folkstudio Giovani" che ha ispirato De Gregori nel comporre la canzone "Non c'è niente da capire". Ha vissuto due anni in Brasile ed al ritorno ha svolto un’intensa attività concertistica in duo con Irio de Paola come leader di vari gruppi ed ha partecipato in programmi per la televisione e per Radio RAI dove ha condotto programmi sulla musica brasiliana. Nel 1985 è stata invitata dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi a presentare un suo recital sulla storia della canzone italiana ed in seguito ha portato uno spettacolo sulla canzone italiana in molti paesi del mondo. Svolge da qualche tempo attività didattica e insegna chitarra brasiliana al “Centro de Estudos Brasileiros” presso l'Ambasciata Brasiliana a Roma.