Lucilla Galeazzi

(Terni 24 Dicembre 1950), cantante, compositrice, attrice. Residente a Roma da molti anni, nel 1977 ha iniziato la sua collaborazione con il quartetto vocale di Giovanna Marini con la quale ha inciso molti dischi. A partire dagli anni ottanta è stata chiamata a lavorare con i musicisti dell‟Arfi di Lyon con i quali si è esibita negli spettacoli “Quelque chose du Sud” e “Il salto”. Ha collaborato con G. Schiaffini in “Tautovox”, con Paolo Damiani e C. Barthelemy nello spettacolo "La gomme”, ed inoltre con Pino Minafra, Bruno Tommaso e Gianluigi Trovesi nello spettacolo ”Giubileo”. Da anni è chiamata a partecipare in molti festival europei inclusi quelli dei “Banlieu Blues” e “Fête de la Musique” di Parigi, al “Festival Folk” di Dranuter, ai Festival di Tilburg, Wuppertal e di Perpignan. Nel 1986 ha partecipato a spettacoli di Roberto De Simone, “Stabat Mater” a Napoli, “Carina Viviana”, “Processo e martirio di Giovanna D‟Arco” per l‟opera di Pisa, seguito nel “Requiem per P. P. Pasolini” per il Teatro San Carlo. Nel 2000 ha cantato “Folk Songs” di Luciano Berio per il festival dell‟Umbria e nello stesso periodo ha partecipato all‟opera lirica di Sergio Rendine “Pasio et Resurrexio” nell‟ambito dell‟Anno Giubilare. Il suo cd “La Tarantella” ha vinto il premio awards della musica. E‟ solista dell‟”Orchestra Europea di Jazz” a Strasburgo. Ha inciso in trio con M. Godard e V. Courtois ed ha realizzato il cd “All‟improvviso” con Gianluigi Trovesi. Tra i suoi molti CD: ”Il Trillo” (1995), “Cuore di Terra” (1997), e “Lunario” nel 2001. Da sempre porta avanti una ricerca riguardante la musica tradizionale italiana e quella del Lazio, si occupa di arrangiamenti ma anche della composizione di molti lavori nuovi. Svolge stages in tutta Europa sull‟uso della vocalità popolare. Tra i suoi lavori: “Quante stelle nel cielo con la luna”, “Voglio una casa”, “Una serenata”, “Bella mia bella mia”, “Quelle parole”, “Per Sergio”, “Gira il Mare”, “Roma Amara”, “Trema la terra”, “Ah Vita Bella!”.