Marie-Hélène Fournier

(born in 1963, France), composer, improviser. After classical piano studies, she studied at the Conservatoire National Superieur de Musique de Paris, and the Musik Hochschule in Basel (CH) in electroacoustic music and musical research. Composer and improviser, her work straddles both instrumental music "pure" as adventures "mixed" combining acoustics, electro-acoustic, performing arts and visual arts. From a pure sound she passes to the scene, to the musician body, to the very body and to the drama. Contact with the instrument and the almost physical sensation of sound material are fundamental to her. Thus, for Marie-Hélène Fournier, the act of writing cannot sever ties with the experience of listening, the realities of perception, but should question them. In her trajectory, she chose to enhance the living contact, thrilling, inexplicable and her works are in collaboration with  artists in very personal approaches such as Georges Aperghis, Serge Bertocchi, Claudio Bettinelli, Sylvain Kassap, Michael Lonsdale, Malte Martin, Miles Perkins Brigitte Sylvestre, Isabelle Van Grimde. Her discography includes two solo CDs as well as several group CDs, CD-ROM or DVD-ROM. Marie-Hélène loves this sentence by Pierre Schaeffer: "Since there is music in our ears and through our understanding, one may wonder if the music starts when it is made, or when you hear it."
Selected works: Bodies to Bodies, 2010, Montréal/Bruges; Allegorie forever, Festival d'Ambronay, 2009; Absence de titre provisoire, 2007, Paris;  Chemins de traverse III et V, Rennes/Potsdam, 2006;  L’ombre d’un ange, 2005, Université d’Iowa, Etats-Unis; Nord estival, Paris, 2004;  Saetta, Montréal, 2003; Facteur d’échelle, Musique Nouvelle/Mons, Belgique, 2002; Digitigrade, Festival Aujourd'hui Musiques, Perpignan, 2001; Mai, Montréal, 2000;  Le fusain fuit la gomme, Tel-Aviv, 1999; Poker la suite à l'as, Festival musique en scène, Lyon, 1993.
Publisher: Henry-Lemoine
Recordings: tandems (Artefact); solos (Artefact)

Contact: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Marina Fiorentini

(Roma 9 Aprile 1943), cantante, pianista, compositrice jazz. Ha studiato il pianoforte con Liliana Gerace e musica elettronica con Vittorio Gelmetti e partecipato a workshop con Luigi Nono, Steve Lacey e Ornette Coleman. Attiva nel mondo dello spettacolo dagli anni ’70, ha inciso il disco “Le streghe” con Enrico Rava e Irio De Paola, giovani talenti da lei lanciati durante la gestione dello storico locale romano “Folk studio”. Nel 1973 si è trasferita a New York dove ha studiato ed acquistato esperienza lavorando nel mondo del jazz d’avanguardia con vari musicisti tra cui Rashied Alì, Sonelius Smith, Clee Carter e JimmVass alla University of the Streets. Ha lavorato a New York e a Londra in una band con Henry Bechett che ha presentato le sue musiche anche al “Montreux Jazz Festival” ed il“ New Music Festival”. In duo con Zandy Gordon ha lavorato a Londra al “Royal Festival Hall Jazz Cafè”, “The Rock Garden”, “Ronnie Scott Upstairs”, “The production village”, ed al “Bulmhersee College”. Dal 1999 ha ideato e prodotto uno show musicale televisivo di grande successo chiamato “Out Music TV” dedicato al jazz d’avanguardia con la partecipazione di molti leggendari musicisti. Fin dall’inizio della sua carriera compone musica: "Gente Grida", "La Conta di Valentina” per l'album: “Le Streghe” (1973), "Carnevale Romano" (1981), e quasi trenta lavori per diversi organici incluso “America”, un brano di grande successo composto in collaborazione con Zandy Gordon nel 1991, ed ancora "Love last sacrifice". Ha inciso per molte case discografiche in Italia e negli Stati Uniti. Il suo ultimo CD monografico è "Unexpected String”.

Pamela Ferro

(Pavia, 24 Febbraio 1977) Inizia i suoi studi musicali all’età di sette anni. Compie studi classici. Ha studiato presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano seguendo i corsi di Composizione sperimentale con Luca Francesconi ed Irlando Danieli e si è diplomata con Mario Garuti. Si è inoltre diplomata in Musica Corale e Direzione di Coro con Domenico Zingaro ed in Musica Elettronica con Riccardo Sinigaglia. Successivamente si è perfezionata in Composizione con Azio Corghi presso l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e l’Accademia Chigiana di Siena. Ha vinto diversi premi nazionali ed internazionali: primo premio al VI Concorso Internazionale Città di Pavia 2000 (categoria C) con il brano Frammento di un’ode; primo premio al IV Concorso di Composizione “Milano Classica” 2002 con Katá Theón; unica finalista al VII Premio Internazionale Poesia e Musica “Maria Cumani Quasimodo” di Milano 2003 con A Calliope. Inoltre ha tenuto conferenze e lezioni ed ha ricevuto prestigiose esecuzioni e commissioni dalla Triennale di Milano, l’Accademia di Brera e l’Auditorium di Roma. Tra le sue opere: Dolce fiore, Frammento di un’ode, Zodiacus, Katá Theón ed A Calliope.